Archivi categoria: rende

Incidente sulla statale 107, muore un giovane

E’ di un morto il bilancio di uno scontro frontale avvenuto sulla statale 107 Silana – Crotonese all’altezza di Rende. La vittima, si tratterebbe di un giovane del quale però non sono state rese note le generalità, era a bordo di un’auto che si è scontrata, per cause che sono in corso di accertamento, con un’altra vettura. Soccorso e trasportato nel nosocomio di Cosenza il giovane è deceduto per la gravità delle ferite riportate nello scontro. In ospedale sono stati portati anche gli altri due feriti. Sul posto con i mezzi di soccorso sono intervenuti anche gli agenti della Polstrada che hanno effettuato i rilievi. L’arteria, chiusa dall’Anas per la rimozione dei mezzi incidentati, è stata successivamente riaperta al traffico.

 

Annunci

“Sistema Rende”, Principe torna libero

Torna libero Sandro Principe, del Pd, già sindaco di Rende, ex sottosegretario al Lavoro, più volte deputato, ex consigliere e assessore regionale ed ex capogruppo del Pd in Regione, agli arresti domiciliari dal marzo scorso nell’inchiesta “Sistema Rende” su presunti intrecci tra politici ed esponenti del clan Lanzino-Rua. Continua a leggere

Oliverio: prioritario il nostro impegno contro la povertà

Il presidente della Giunta regionale Mario Oliverio è intervenuto al convegno svoltosi presso l’auditorium “Giovanni Paolo II” di Rende sul tema “Oltre lo spreco, una rete di carità. 20 anni di Banco Alimentare della Calabria” a cui hanno preso parte anche l’arcivescovo della diocesi di Cosenza-Bisignano monsignor Francesco Nolè, il sindaco di Rende Marcello Manna, il direttore generale della Fondazione Banco Alimentare Onlus Marco Lucchini e il presidente dell’associazione Banco Alimentare Onlus della Calabria Franco Falcone. Continua a leggere

Villaggio Europa, il Comune sfratta il Comitato

Sembrava una interlocuzione dura ma costruttiva quella fra il Comitato del quartiere Villaggio Europa e il Comune di Rende. Hanno, i cittadini e l’amministrazione Manna, dibattuto di questioni ambientali, strutturali, si sono scambiati consigli e proposte. Non sempre sulle stesse posizioni certo ma il dialogo non è mai mancato. Suona come una doccia fredda la richiesta di riconsegnare la sede storica del comitato in piazza Italia. Continua a leggere