Archivi tag: cafiero de raho

OLIVERIO E GLI ALTRI: IL TEMPO DELLE… PESCHE

di Luciano Regolo

Il morso godurioso mentre addenta una pesca, l’altra mano protesa a ghermire il cestino con un altro frutto, lo sguardo, a un tempo malandrino e inquieto, di chi viene colto… in fallo. Continua a leggere

Morte Madalina, nuova pista ed altre intimidazioni

madalina2«Non si tratta del caso di Madalina Pavlov ma di un caso che va ben oltre i confini nazionali. Per questo ho chiesto la rogatoria internazionale. Dagli elementi emersi ci sono prove da acquisire fuori dall’Italia Oltre alcune verifiche, mi spiace dirlo, che si stanno effettuando presso alcune realtà ufficiali che dovrebbero essere di tutela ai soggetti deboli e che in realtà si sono rivelate una vespaio e un grande labirinto». A parlare è l’avvocato Giuseppina Iaria mentre proseguono le indagini sulla morte misteriosa di Madalina Pavlov, sotto la spinta propulsiva del procuratore della Repubblica Federico Cafiero De Raho che ha pronunciato, qualche mese fa, la parola “omicidio” nel caso della ventenne romena. La giovane era stata trovata riversa in una pozza di sangue il 21 settembre 2012, in via Buozzi, a Reggio Calabria. Si era immaginato fosse caduta dal palazzo soprastante, che si fosse suicidata. In realtà nessuno tra i parenti e gli amici aveva creduto a questa ipotesi. Gli inquirenti, accantonata con non poca fatica la tesi del suicidio, avevano investigato per il reato di istigazione al suicidio.

Continua a leggere

«Favorì la latitanza di Matacena», arrestato a Roma l’ex ministro Scajola

Schermata 2014-05-08 a 12.33.31Claudio Scajola è stato arrestato dalla Direzione Investigativa Antimafia di Reggio Calabria in un noto albergo di Roma. L’ex ministro, a quanto si apprende fonti parlamentari, è stato condotto nel carcere di Regina Coeli. Sono in corso di esecuzione 8 provvedimenti restrittivi, che riguardano, oltre a Scajola, personaggi legati al noto imprenditore reggino ed ex parlamentare Amedeo Matacena, latitante a seguito di una condanna definitiva a cinque anni e quattro mesi di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa. Continua a leggere