Archivi tag: libertà di stampa

“Stop cinghiali”, la Lanzetta: il Pd affronti la questione morale

“Vorrei che ai vertici del Partito democratico si torni a parlare della questione morale, perché il tema della mancanza di etica nella politica e delle infiltrazioni mafiose anche negli enti pubblici è prioritario”. Continua a leggere

Sarò a Polistena contro il muro di omertà

Se c’è una cosa che può scalfire il «muro di omertà», quel concetto che ricorre più volte negli scritti lasciati da Paolo Borsellino, sempre vigile nel sottolineare la «pericolosa convergenza d’interessi fra le mafie e alcuni settori dello Stato», è la coesione di tutte le forze e le voci che vi si oppongono. Quanto più boss e potentati oscuri mirano a isolare, intimorire e screditare chi si ribella e richiama la pubblica opinione su infiltrazioni, violenze, illegalità e altri segnali tipici del predominio della cultura mafiosa, tanto più diventa importante rassemblare le fila di una lotta il cui principale obiettivo dev’essere proprio fugare paure e sudditanze, risvegliando le coscienze e fornendo incoraggianti buoni esempi. Continua a leggere

E la GaZitta del Sud continua a tacere

Per chi suona la libertà di stampa? Non per tutti, evidentemente. Solo dopo parecchie settimane sulle colonne del Quotidiano della Calabria (a pochi giorni dall’insediamento del nuovo direttore Rocco Valenti che si è ricordato di noi anche il giorno di Pasqua) è stato pubblicato un articolo sulle vicende dell’Ora della Calabria. Nemmeno una riga, invece, sulla GaZitta del Sud. Non è una questione di concorrenza, dietro alla battaglia dell’Ora c’è molto di più: la rivendicazione dell’autonomia dell’informazione, che significa autodeterminazione del giornalista sugli argomenti da scrivere e come affrontarli, senza dover lusingare il potente di turno. Continua a leggere

Rlb accanto ai giornalisti dell’Ora

IMG_3110Eliseno Sposato, storica voce dell’emittente cosentina Rlb, nel pomeriggio è venuto a far sentire la sua vicinanza ai giornalisti dell’Ora della Calabria al quarto giorno di occupazione. «Come nel calcio anche l’ultima in classifica può battere la prima, nessuna partita è persa in partenza» ha detto Sposato salutando i giornalisti.