Archivi categoria: giusti

L’ultimo commosso saluto a Giusti

Grande commozione nella chiesa di San Rocco di Gioiosa Jonica per il funerale di Giancarlo Giusti, l’ex Gip del tribunale di Palmi che si è suicidato domenica mattina nella sua abitazione di Montepaone. Al funerale c’erano familiari ed alcuni amici del giudice. Don Giuseppe Campisano nell’omelia ha affermato che “la sofferenza, com’è successo per Giancarlo, annulla, distrugge e annienta”. Giusti sarà sepolto a Gioiosa Jonica accanto alla madre. (Ansa)

Annunci

L’autopsia conferma: Giusti si è suicidato

L’autopsia sul corpo dell’ex Gip di Palmi, Giancarlo Giusti, ha confermato che si è trattato di suicidio così come era già emerso dalle indagini dei carabinieri che sono intervenuti nell’appartamento di Montepaone dove è stato ritrovato il cadavere. L’autopsia è stata disposta dal sostituto procuratore di Catanzaro, Fabiana Rapino, per avere una ulteriore conferma sul suicidio, avvenuto pochi giorni dopo la condanna definitiva di Giusti per rapporti con esponenti della ‘ndrangheta. (Ansa)

Suicidio Giusti, conclusa l’autopsia

Il sostituto procuratore di Catanzaro, Fabiana Rapino, ha disposto l’autopsia per Giancarlo Giusti, l’ex giudice di Palmi che si è suicidato nella sua abitazione di Montepaone Lido a pochi giorni dalla conferma in Cassazione della condanna per avere avuto rapporti con la ‘ndrangheta. L’autopsia si è svolta nel dipartimento di Medicina legale del Policlinico Universitario. Tra gli inquirenti non c’è alcun dubbio sul suicidio ma l’autopsia fornirà ulteriori conferme. (Ansa)

Suicidio Giusti, aperta l’inchiesta

La Procura della Repubblica di Catanzaro ha aperto un’inchiesta sulla morte dell’ex giudice Giancarlo Giusti, trovato impiccato ieri nella sua casa di Montepaone Lido, dove viveva sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di firma alla Polizia giudiziaria a seguito dei procedimenti giudiziari a suo carico nei quali è stato accusato di corruzione aggravata. Continua a leggere

Suicidio Giusti, il legale: contro di lui accanimento giudiziario

«Si è ucciso per dimostrare la sua innocenza, non per vergogna», Lo afferma Geppo Femia, l’avvocato di Giancarlo Giusti,  l’ex gip del Tribunale di Palmi (nella foto) suicidatosi ieri a pochi giorni dalla conferma in Cassazione della condanna per avere avuto rapporti con presunti esponenti della ‘ndrangheta. Continua a leggere